Elogio dell’incertezza

foto di Laura C.

Qualche anno fa

Qualche anno fa mi è capitato di ascoltare una conversazione tra alcuni studenti universitari ed un loro professore.

Discorrevano riguardo la certezza o incertezza del futuro.

Il professore sosteneva che gli studenti (e più in generale i giovani) non devono “sottomettersi” all’idea che il loro sia un futuro di incertezze; che devono pretendere [da chi?!?!] l’assicurazione della certezza dell’avvenire.

Perplessità

Il discorso di quell’insegnante mi ha lasciato molto perplessa poiché credo che sia vero l’esatto contrario.

Credo che l’unica certezza della vita sia

la più assoluta incertezza.

Credo anche che presentare ai giovani l’idea che esistano soluzioni assolute, garantite, sicure, indiscutibili e magari preconfezionate per affrontare le diverse circostanze che la vita ha in serbo per loro sia un affronto alla loro creatività e un insulto alla loro intelligenza.

Mi sembra più onesto, invece, far sapere loro che l’esistenza gli farà dono di un certo numero di sfide che dovranno fronteggiare facendo del loro meglio per coglierne il lato migliore e imparare il più possibile.

Imprudente onnipotenza

Il rischio è che i giovani vadano incontro alla vita con un pericoloso senso di presunzione di onnipotenza che non permetta loro di prestare sufficiente attenzione a eventuali avvisaglie di imminenti pericoli.

Credendosi inattaccabili rischieranno di essere impreparati alle “improvvisate” della vita.

Messaggio realistico

Non suggerisco assolutamente di intimorire i ragazzi dipingendo scenari catastrofici.

Quello che ritengo opportuno è di presentare loro un sincero e onesto quadro di cosa sia la vita.

Cos’è la vita?

La vita è un dono, è una possibilità che ci viene offerta per permetterci di crescere spiritualmente.

Per questo motivo, quando meno ce l’aspettiamo ci getta tra i piedi [o magari in testa 😒!] un avvenimento che sconvolge parzialmente o completamente il “perfettissimo” piano che ci eravamo organizzati.

La vita è così!

Ci tiene per mano e decide quando allentare e quando aumentare la presa.

La vita lo sa!

Conosce il momento migliore in cui proporci una determinata esperienza per agevolare un preciso e necessario passaggio di evoluzione.

La vita lo sa
e
bisogna (af)fidarsi!

(Af)fidarsi

La disposizione ad (af)fidarsi, però, non può coesistere con l’arrogante convinzione di vivere nella certezza.

Quella di (af)fidarsi è, dunque, una scelta e non può essere un dictat.

Impreparati

Se siamo stati falsamente informati, se ci hanno fatto credere che esiste un rimedio assoluto, una tutela illimitata che ci preserverà per sempre da ogni attacco, allora sarà durissimo riuscire a sopravvivere alle sfide dell’esistenza.

Saremo disperatamente impreparati e in totale balia della sorte.

Consapevolezza

Ancora una volta la nostra zattera è la consapevolezza grazie alla quale, nonostante le informazioni che abbiamo ricevuto possano essere state ingannevoli, possiamo imparare a distinguere la verità e incamminarci verso un’esistenza ricca di avvenimenti che riusciremo a interpretare per ciò che realmente sono:

benedizioni intese a farci riallineare alla nostra Anima.

Non attaccamento

Un altro principio da tenere a mente è quello di non aggrapparsi spasmodicamente a nulla.

Godiamo di ogni istante in cui la vita ci dà la possibilità di imparare e ci offre l’occasione di apprendere, ma stiamo attenti a non trattenere nulla.

Devi avere una mente aperta a tutto ma attaccata a nulla.
Lascia che tutto vada e venga come vuole.
Goditi tutto, ma

non rendere mai la tua felicità o il tuo successo
dipendenti da un attaccament
o
a qualsiasi cosa, luogo o persona.
[dr. Wayne Dyer]

Solo così manterremo una mente libera e, di conseguenza, un atteggiamento disponibile all’evoluzione spirituale che è il reale scopo della nostra esistenza terrena.

La mente è come un paracadute
funziona meglio quando è aperta.
[Albert Einstein]

Il mio messaggio

Non avere paura delle ferite che la Vita potrà infliggerti

Non avere paura di perdere il controllo ed arrenderti alle proposte della Vita.

Non avere paura di (af)fidarti.

Impara che la Vita vuole la tua felicità.

Impara che spesso le lezioni da comprendere non sono così esplicite.

Impara a concederti il tempo necessario per capire.

E, così facendo

Cresci in saggezza e grazia!

🙏

“L’unica cosa che ti serve per cambiare la tua vita è volerlo con tutto il cuore.”

Namasté

elisabetta

2 pensieri su “Elogio dell’incertezza”

  1. Che fortuna avere l’occasione di ascoltare il discorso della vivo da cui poi è nato questo articolo. Grazie Elisabetta: mai come ora è necessario rivolgersi all’interno e alla “fede” intesa come “affidarsi” alla vita, alla propria coscienza o come la si preferisca chiamare. Una volta un’amica mi ha detto:
    “Le mie paure le affido a Dio: lui sa di che farsene molto più di me.”

    Grazie ❤️

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...